La Hall of Fame dello sport italiano, le storie delle piu' memorabili imprese degli atleti azzurri

Ricerca

Andrea Bargnani - prima scelta del Draft Nba

basket
Andrea Bargnani con il cappellino dei Toronto Raptors (www.nba.com) Andrea Bargnani con il cappellino dei Toronto Raptors (www.nba.com)
Il draft è il meccanismo che consente alle squadre professionistiche statunitensi di selezionare i migliori giocatori che si accingono ad entrare nel mondo dei pro, ovvero universitari e stranieri. L'ordine di scelta è inversamente proporzionale ai successi del team negli anni precedenti.
Il Draft Nba 2006 si svolge il 28 giugno al Madison Square Garden di New York. Per la prima volta l'onore della prima scelta spetta ai Toronto Raptors.
Sono le 19:37 (1.37 in Italia) quando il commissioner della lega david Stern è sul palco del palazzetto dello sport più famoso del mondo per svelare chi abbiano scelto i dirigenti della franchigia canadese; l'ipotesi a lungo sognata dagli appassionati italiani è realtà, il giocatore su cui cade la scelta dei Raptors è Andrea Bargnani. Il giocatore della Benetton Treviso ha superato la concorrenza di atleti come LaMarcus Aldrige e Adam Morrison, protagonisti assoluti nel campionato universitario.

E' il momento sognato da ogni giocatore di basket, la chiamata che proietta un atleta tra i protagonisti del campionato più importante e seguito.
Per la prima volta un giocatore europeo viene scelto con il numero uno in un draft Nba, seconda volta in assoluto (dopo Yao Ming nel 2002) per uno straniero che non abbia giocato in NCAA, i campionati universitari statunitensi.
Gli altri stranieri chiamati con la prima scelta sono Akeem Olajuwon (Nigeria, 1984), Michael Olowokandi (Nigeria, 1998) ed Andrew Bogut (Australia, 2005).

Bryan Colangelo, da poco nominato general manager dei Raptors, commentando la scelta: “Andrea Bargnani era la migliore chiamata che potevamo fare, soprattutto guardando al futuro. Siamo certi che il ragazzo italiano partirà bene e non avrà problemi ad inserirsi all’interno della nostra squadra e negli anni sarà un interprete perfetto di quel gioco offensivo che ormai si sta diffondendo nella Nba”.

La scelta dei Raptors viene accolta con molta curiosità dai media americani, mista ad una dose di scetticismo. I risultati della prima stagione di Bargnani in Nba faranno ricredere chiunque.